lunedì 26 novembre 2012

Tagliatelle alla senape dolce con pomodorini alle erbe aromatiche


Eccoci qui ! Ho un po' scopiazzato questa ricetta dal programma senape che passione ma mettendoci anche del mio, il risultato è stato questo!
Oggi è lunedì e inizia una nuova settimana per tutti noi quindi vi auguro di passare una buona settimana!

Tagliatelle alla senape con pomodorini alle erbe aromatiche


Ingredienti:

Per la pasta:
2 uova
200 g di farina di kamut
1 cucchiaino e mezzo di senape dolce

Per il condimento:
Una scatola di pomodorini 
erbe aromatiche miste ( rosmarino, salvia, timo ecc)
olio evo q.b.
sale q.b
un pizzico di zucchero

Preparazione:

Per la pasta:
Formate una fontana con la farina.
Aggiungete le due uova e la senape.
Sbattete le uova con la senape e iniziate a incorporare la farina.
Lavorate l'impasto ( è giusto questo termine? Chiedo aiuto ! ) finchè non risulterà morbido.
Fatelo riposare coperto da un canovaccio per 30 min.
Tirate la pasta e formate delle tagliatelle.

Per il condimento:
Lavate i pomodorini.
Scaldate in una padella un filo di olio evo.
Aggiungete i pomodorini e fate cuocere con il coperchio.
Dopo circa 5 minuti schiacciate i pomodorini con una forchetta.
Tritate le erbe aromatiche.
Aggiungetele ai pomodorini
Aggiungete il sale e un pizzico di zucchero e fate cuocere per 10 min.

Finale:
Cuocere le tagliatelle in acqua bollente salata.
Fate saltare le tagliatelle cotte nel condimento.
Servite in tavola!


lunedì 19 novembre 2012

Sono ancora viva... !!!! Polpette leggere di patate

Ciao a tutti !!!
Non ho scritto per un bel po' sul mio blog ma sono tornata con tante ricette già pronte per essere pubblicate!
Ora riniziamo dal tour del mio viaggio :

Le Mont Saint Michel ( un posto da visitare almeno una volta nella vita ):



Il castello di Amboise (Qui potete trovare la tomba di Leonardo da Vinci) :




Il castello di Azay le Rideau (Recensito come il più bel castello nella valle della Loira ):

Avignone e il suo bellissimo palazzo dei Papi:




Ed ora vi tocca una mia ricetta !

Polpette leggere di patate



Per due persone:

2 patate abb grandi
parmigiano reggiano 2 manciate
1 uovo
sale
farina q.b.
olio di semi

Preparazione:

Pelate tagliate a dadini le patate, cuocetele in acqua finché la forchetta non spacca le patate in due.
Scolatele e schiacciatele.
Aggiungere due manciate di parmigiano reggiano e mescolate
Aggiungete l'uovo e mescolate
Formate bagnandovi le mani delle palle tonde.
Infarinatele.
Scaldate un filo di olio di semi in una padella e rosolate da tutti i lati le polpette.
Servite in tavola !



lunedì 15 ottobre 2012

Torta di frittata e le mie vacanze

Eccomi qua a farvi vedere dove sono quest'estate:

Versailles, Francia:


Fecamp (Francia), il meraviglioso monastero e il suo liquore benedettino:                                                                    ( Per informazioni : http://benedictinedom.com/lda/ )


Il grazioso paese di Honfleur (Francia):


E... NEI PROSSIMI POST.. CONTINUA IL VIAGGIO...

Torta di frittata



Ingredienti:

2 uova
mezzo cucchiaio di farina
ricotta di pecora 400g
erba cipollina q.b
latte q.b.
olio di semi q.b.
sale q.b.

Preparazione:
Accendere il forno a 180°c.
Sbattere le uova con la farina setacciata.Salare.
Scaldare un padella un filo di olio e cuocere due frittate.
Mescolare la ricotta con un po' di latte finché si ottiene un composto cremoso.
Salare.
Aggiungere l'erba cipollina tagliata finemente.
Porre in una tortiera la prima frittata, aggiungere la ricotta e coprire con la seconda frittata.
Coprire con un foglio di alluminio la tortiera.
Cuocere in forno per 20 min a 180°c.
Servire in tavola




lunedì 24 settembre 2012

Sono tornata !!! Semplici peperoni ripieni

Anche le mie vacanze sono finite, e il tram tram di ogni giorno ha già preso il suo corso.
Ma sono contenta di avere più tempo per riprendere a cucinare e per scrivere qui sul blog !
Presto conviderò con voi un po' di foto scattate quest'estate!

Semplici peperoni ripieni



Ingredienti per due persone:

2 peperoni rossi
1 fetta di formaggio casera
2 manciate di parmigiano reggiano grattugiato
4 fette di pan carrè
5 pomodori rossi
2 spicchi di aglio
olio extravergine di oliva q.b.
Sale q.b.

Preparazione:
Lavare i pomodori rossi, nella parte posteriore incidere una croce con il coltello.
Portare a bollore un po' di acqua, immergervi per 30 sec i pomodori. Scolateli e metteteli sotto acqua fredda.Togliere la buccia e semi.
Scaldare in una padella un filo di olio extravergine di oliva con i due spicchi di aglio nudi.
Aggiungere i pomodori tagliati a dadini e cuocere per 5 min.
Aggiungere il parmigiano, il casera e il pan carrè tagliati a dadini ai pomodori, mescolare.
Tagliare i peperoni a metà, puliteli, salateli.
Aggiungere ai peperoni il ripieno.
Porli in una teglia unta con olio.
Cuocere a 200° c per 1 ora.
Servire in tavola !

mercoledì 15 agosto 2012

Pasta con squacherone, pancetta e aceto balsamico

Il mio pensiero va a te che sei volata in cielo: ARRIVEDERCI.




Pasta con squacherone, pancetta e aceto balsamico.

Ingredienti per 4 persone:

bavette
350 g di squacherone
200g di pancetta affumicata
1 cucchiaio di aceto balsamico
sale e pepe q.b.

Preparazione:

Tagliare la pancetta a dadini e raccoglierla in una padella.
Rosolarla senza aggiungere altri grassi.
Versatevi 1 cucchiaio di aceto balsamico e lasciate evaporare.
Scolate il grasso in eccesso e spegnete.
In una ciotola lavorare lo squacherone con pizzico di sale e pepe fino a ottenere un crema liscia.
Lessare le bavette in acqua salata, scolateli e conditeli con la crema di formaggio e la pancetta croccante.
Servire in tavola!

Ci rivediamo a settembre !!!


martedì 17 luglio 2012

Frittata con yogurt e timo

Mi sono detta ma perchè nell'impasto della frittata non si può mettere lo yogurt invece del latte ?
Ed ecco la ricetta !!!
La frittata risulta più morbida a mio parere.




Ingredienti

4 uova
6 cucchiaini di yogurt naturale
2 rametti di timo fresco
1 cucchiaio di farina setacciata
olio di semi
sale

Prepararazione

Mescolare con una frusta le uova, la farina, lo yogurt naturale, le foglie di timo e il sale quanto basta.
Scaldare in una padella un filo di olio.
Cuocere le frittate.
Servire in tavola.


venerdì 29 giugno 2012

Insalata estiva del mio ragazzo !

Questa insalata è una ricetta del mio ragazzo !!!
Molto gustosa e estiva !!!

Devo fare le congratulazioni per la laurea della mia amica d'infanzia Scoiattolo in dispensa !!!!
Davvero tanti tanti tantissimi tantissimi complimenti per la tua laurea !!! Sei stata Bravissima!!!



Ingredienti:

insalata icerberg
funghi sott'olio
dadini di pane
olive
formaggio ( a piacere )
pancetta a dadini
olio extra vergine di oliva
sale

Preparazione:

Scaldare una padella, quando è ben calda aggiungere i dadini di pane e farli abbrustolire con un filo di olio extravergine di oliva.
Scaldare una seconda padella, quando è ben calda aggiungere i dadini di pancetta e farli abbrustolire.
Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e mescolare per bene.
Servire in tavola!

venerdì 22 giugno 2012

Torta di albumi dell' Agnese alle nocciole

Mi sono innamorata di questa torta !!!!
Ho sostituito le mandorle con le nocciole. Il sapore è identico a quello del gelato alla nocciola!
Provatela perchè ne vale davvero la pena!

Torta di albumi dell'Agnese alle nocciole





Per gli ingredienti seguite questa tabella in base al numero di albumi che volete utilizzare, sostituendo le mandorle con le nocciole:


Preparazione:

Fondere il burro.
Tritare le nocciole con il mixer.
Montare gli albumi con lo zucchero e la vaniglia.
Aggiungere le mandorle delicatamente e successivamente la farina.
Infine il burro fuso freddo.
Ungere lo stampo, infarinatelo e mettere il composto.
Cuocere a 160 ° c.
Il tempo di cottura è varia in base alla grandezza della vostra torta.
Servite in tavola!


lunedì 18 giugno 2012

Girello in salsa di melanzane dedicato a tutti voi

Questo piatto lo dedico a tutti voi che voi che avete un blog.
Perchè quando inizio a navigare nei vostri blog non vorrei più smettere.
Perchè si legge quanto amore e passione c'è.
Perchè si può conoscere un pezzo di voi anche se virtualmente.
Perchè siete davvero fantastici !
Vi dico grazie per i vostri meravigliosi blog!


Questo è un piatto freddo, ottimo per questo caldo che è arrivato.
Buona settimana!

Girello in salsa di melanzane dedicato a tutti voi



Ingredienti per 6 persone:
800g di girello di vitello
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
3 spicchio di aglio ( io 2)
2 foglie di alloro
1/2 bicchiere di vino bianco
3 melanzane
un mazzetto di prezzemolo
2 cucchiai di maionese
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione:
In una casseruola raccogliete la carne con gli odori lavati, tagliati a piccoli dadini e i due spicchi di aglio; condite con 4-5 cucchiai di olio, sale e aromatizzate con le foglie di alloro.
Mettete sul fuoco, lasciate insaporire per qualche minuti e versare il vino.
Fatelo evaporare, unite l'acqua a filo e lasciate cuocere coperto per circa un'ora e mezza.
Spegnete e lasciate raffreddare.
Lavare le melanzane, asciugarle e metterle in forno intere a 200 ° c per circa 45 min.
Sfornatele e lasciatele raffreddare.
Raccogliere la polpa in una ciotola.
Frullare nel mixer la polpa (  lo spicchio di aglio che io non ho messo ), il prezzemolo, la maionese e condite con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva.
Frullare fino ad ottenere una salsa omogenea.
Una volta freddo il girello, scolatelo dal liquido di cottura, tagliatelo a fettine sottili, ponetele su un vassoio da portata e versatevi sopra la salsa di melanzane.
Potete utilizzare anche il liquido di cottura con tutti gli odori come salsa.
Servire in tavola!

sabato 9 giugno 2012

Polpette leggere speziate

Oggi vi parlo della mia adorata montagna.
Adoro la montagna perchè:
mi fa sentire piena, viva, piena di gioia, rilassata come un uccellino che vola libero nel cielo,
perchè posso ammirare tutti i cambiamenti delle stagioni,
perchè durante una passeggiata ci si saluta ancora con un Buongiorno,
amo i paesaggi sconfinati,
amo il silenzio che c'è dentro al bosco,
mi piace osservare le piante e i fiori che incontro sul mio cammino,
amo i tramonti insanguinati e irreali nella quiete della sera mentre le Dolomiti lentamente si colorano di rosa,
mi piace ritrovarsi tutti insieme alla sera davanti un bel piatto di cazunzei caldo.

Polpette leggere speziate



Ingredienti per due persone:

100g di carne macinata di manzo scelta
100g di carne macinata di vitello
mezzo cucchiaio di cardamomo
mezzo cucchiaio di curcuma
farina q.b.
mezzo bicchiere di vino bianco
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe

Preparazione:

Amalgamare la carne con le spezie.
Formare delle piccole palline.
Infarinarle.
Scaldare in una padella un filo di olio extravergine di oliva.
Fare rosolare le polpette.
Sfumare con il vino bianco.
Lasciare cuocere per circa 10 min a fuoco lento.
Servire in tavola.

domenica 3 giugno 2012

Asparagi al limone

Oggi, sole, caldo.... l'estate è qui !
Non mi è piaciuto il caldo e sopratutto prende il sole. La trovo una cosa super noiosa.
Stare li sul lettino senza far niente per ore e ore e ore, con la pelle che senti che si scotta, il vicino a fianco a te che ti fa volare tutta la sabbia proprio dalla tua parte, la sabbia che la tira più via dal corpo anche dopo la doccia.
Come avete capito il mare non fa per me.
Amo la montagna.... nel prossimo post vi dirò il perchè !
Auguro però a tutti gli amanti del mare, una buona vacanza !

Asparagi al limone



Ingredienti:

1 mazzo di asparagi
mezzo limone
1 spicchio di aglio
vino bianco q.b.
sale q.b.
olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

Scaldare in una padella un filo di olio extravergine di oliva e lo spicchio di aglio.
Lavare e tagliare a dadi gli asparagi.
Far soffriggere gli asparagi per pochi minuti.
Sfumare con il vino bianco.
Salare
Fare cuocere per circa 7 minuti.
Spegnere il fuoco.
Cospargere il succo del mezzo limone.
Servire in tavola !



giovedì 31 maggio 2012

Arrosto croccante ai carciofi e un pensiero per la mia terra

Eccomi di nuovo qui.
Non ho molte parole in questi giorni.
Sono molto dispiaciuta di quello che accadendo nella mia terra l'Emilia Romagna.
Vorrei poter avere la bacchetta magica per far smettere il terremoto, ricostruire tutto ciò che è crollato, ridare la vita a chi è morto. Questo però non è possibile.
La vita è fatta anche di prove, situazione che mettono a dura prova, situazioni che pensavi che mai potessero accaderti. Penso però anche se tristi e disperati per chi ha perso una casa, un lavoro, un famigliare, un amico si debba avere speranza e la voglia di ricominciare anche con i mille problemi che ci saranno.
Perchè vivere è un esperienza unica e irripetibile!!!.
Mando un abbraccio forte a tutte le persone colpite dal terremoto.
Vi sono vicina.

Arrosto croccante ai carciofi



700 g di magatello di vitello
2 carciofi
1 etto e mezzo prosciutto crudo
uno spicchio di aglio
vino bianco q.b.
un rametto di rosmarino
Olio extra vergine di oliva

Preparazione:

Lavate, pulite e tagliate i carciofi a listarelle.
Tagliare il magatello di vitello a libro ( oppure se non siete capaci fatelo tagliare al macellaio).
Scaldare in una padella un filo di olio extra vergine di oliva e lo spicchio di aglio nudo.
Quando la padella è calda aggiungere i carciofi e fare cuocere per circa 3 minuti e salare.
Fare raffreddare i carciofi.
Salare la carne.
Disporre i carciofi sul libro di carne aperto.
Arrotolare la carne e avvolgere la carne con il prosciutto crudo.
Legare con uno spago da cucina l'arrosto.
Mettere in un teglia con un po' di olio.
Infornare per circa 20 min a 200°c.
Sfumare con con vino bianco.
Cuocere per un'ora.
Tagliare a fette sottili e servire in tavola !

sabato 19 maggio 2012

Crumble di rigatoni con mozzarella di bufala e guanciali al sugo

Eccoci finalmente domenica !!! Un po' di relax!!!
Vi propongo questo piatto, bello ricco, proprio adatto per la domenica a pranzo.
Ho preso questa ricetta da Alice Cucina maggio 2012.
Un mio pensiero va a Brindisi, sperando che ci siano persone in grado di lottare e pregare perchè queste cose non devono più accadere sia in Italia sia nel resto del mondo.
Ciao Melissa prega anche tu per noi che possiamo essere persone migliori da lassù.

Crumble di rigatoni con mozzarella di bufala e guanciale al sugo.



Ingredienti per 4 persone:

320 g di paccheri
1 scatola di pelati
1 cipolla
150 g guanciale a dadini
2 mozzarelle di bufala
4 acciughe sott'olio
1 mazzetto di basilico
pane grattugiato q.b.
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione:

Tritate la cipolla e fatela appassire in una casseruola con 2-3 cucchiai di olio.
Unite il guanciale e lasciare insaporire a fuoco medio per qualche minuto, aggiungete i pelati, mescolate e proseguite la cottura per circa 30 minuti.
Tagliate le mozzarelle a dadini, raccogliete la dadolata in un colapasta e lasciatela asciugare per una ventina di minuti.
Lavate e tritate il basilico.
Scaldate un filo di olio extravergine in una padella, unite le acciughe, scolate, unite il pangrattato e il basilico tritato e fate abbrustolire leggermente a fuoco moderato, mescolando ogni tanto.
Cuocere la pasta. Aggiungere la pasta cotta alla salsa preparata.
Aggiungere i dadi di mozzarella di bufala, spolverizzare con le briciole e mescolate.
Servire in tavola


domenica 13 maggio 2012

Penne rigate con pomodori secchi, mandorle e parmigiano

Sapete quei giorni in cui dite che cosa cucino oggi ?
Non avete idee e avete anche il frigo e dispensa quasi vuoti.
Ecco questa ricetta è nata proprio da giornata così, assemblando le ultime cose rimaste in casa.
Vi auguro buona settimana !

Penne rigate con pomodori secchi, mandorle e parmigiano



Ingredienti per due persone:

140 g di penne rigate
5 pomodori secchi
una manciata di mandorle
2 manciate di parmigiano reggiano
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione:
Scaldare in una pentola dell'acqua per la cottura della pasta.
Frullare i pomodori secchi, le mandorle, il parmigiano reggiano.
Aggiungere l'olio extravergine di oliva fino a ottenere un pesto.
Salare.
Cuocere la penne.
Amalgamare il pesto con le penne.
Servire in tavola !


sabato 12 maggio 2012

Un classico sempre buono

Il mio ragazzo adora la pasta con le vongole. Precisamente bianca senza pomodoro.
Pensavo che fosse molto più difficile fare questo piatto ma è molto semplice.
Non dovrei dirlo ma ho scoperto solo ora che esistono vongole che si possono utilizzare subito senza metterle in acqua per ore... ecc... è fantastico !!!!

Tagliolini alle vongole.



Ingredienti per due persone:

200 g di tagliolini fatti in casa
una rete di vongole
mezza cipolla
vino bianco q.b.
prezzemolo q.b.
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.

Preparazione:

Scaldare in una pentola capiente l'acqua per la cottura della pasta.
Lavare le vongole e sbatterle una a una sul tagliere per assicurarsi che non ci sia sabbia al loro interno.
Scaldare molto bene una pentola molto capiente senza olio, senza niente di niente. La pentola deve essere ben calda.
Mettere nella pentola ben calda metà delle vostre vongole coprire con il coperchio.
Appena le vongole si sono aperte porle in una ciotola con il liquido che si è formato.
Riportare a temperatura ben calda la pentola.
Versare l'altra metà di vongole, chiudere con il coperchio.
Appena le vongole si sono aperte porle in una ciotola con il liquido che si è formato.
Togliere le vongole dai gusci.
Filtrare il liquido che si è formato.
Tagliare finemente la cipolla.
Fare soffriggere la cipolla con olio extravergine di oliva.
Quando la cipolla è inbiondita, sfumare con vino bianco.
Aggiungere il prezzemolo.
Buttare la pasta in acqua bollente e salata.
Scolare la pasta un minuto prima della fine della cottura.
Amalgamare la pasta con la cipolla, le vongole e il loro liquido.
Ultimare la cottura della pasta sul fuoco, in modo che tutti gli alimenti si amalgamino per bene tra di loro.
Servire in tavola

Ringrazio davvero di cuore Kappa in cucina e Distrazioni sfiziose per questo meraviglioso premio :


Io dono questo premio a tutte le blogger che hanno la stessa mia passione e mettono l'anima e il cuore in ogni piatto che cucinano.

mercoledì 9 maggio 2012

Tanti auguri amore mio !!!!

Scusatemi tanto per la lunga assenza ma ho avuto molto lavoro e non riuscivo più ad entrare in blogger !!!
Ho tante ricette per voi !!!! Quindi seguitemi nei prossimi giorni.
Venerdì è stato il compleanno del mio ragazzo. Ogni anno preparo una torta per lui.
Mi piace festeggiare i compleanni con la torta di compleanno e candeline !

Torta di pan di spagna, crema pasticcera e fragole.


Ingredienti:

Per il pan di spagna: qui

Per la farcitura(ricetta originaria):

250 g di crema pasticcera + 250 g di panna da montare
250 g di fragole
120 g di zucchero
1/2 succo di limone

Per il frosting: qui

Preparazione:

Preparare il pan di spagna e lasciarlo raffreddare.
Preparare la crema pasticcera e lasciarla raffreddare.
Tagliare le fragole a dadini, unire lo zucchero e il succo di limone.
Mescolare ripetutamente e porre in frigorifero coperte con pellicola trasparente.
Montare la panna e aggiungerla alla crema pasticcera COMPLETAMENTE FREDDA.
Riprendete le fragole dal frigorifero scolatele bene raccogliendo il loro sciroppo in un contenitore.
Tagliare in tre parti il pan di spagna.
Bagnare il pan di spagna con lo sciroppo delle fragole.
Aggiungere alla crema pasticcera+ panna montata le fragole.
Farcite la torta con la farcia.
Preparate il frosting.
Spalmare il frosting su tutta la parte esterna della torta.
Aggiungere per decorare perline colorare, cuoricini, coriandoli, quello che più preferite!





venerdì 20 aprile 2012

Pesce persico al profumo di sicilia

Ho copiato questa ricetta da un cuoco siciliano ospite nel programma Casa Alice.
Spero che porti un po' di caldo questo piatto ;-)

Pesce persico al profumo di Sicilia


Ingredienti per due persone:
1 filetto di pesce persico
1 peperone rosso
1 mezza arancia
1 mezzo limone
1 sacchetto di mandorle a lamelle
Sale q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
20 g di burro
15 g di farina

Preparazione:
Tagliare il pesce spada formando dei rettangoli.
Intingere i rettangoli di pesce spada in olio di oliva salato ( cioè mescolare un po’ di sale con l’olio di oliva )  successivamente passarli nelle mandorle a lamelle.
Cuocere nel forno per 20 min a 180 ° c.
Pulire e tagliare il peperone a dadi.
Scaldare in un padella un filo di olio e cuocere il peperone per  10 min.
Frullare con il minipimer due cucchiai dei peperoni cotti, il succo della mezza arancia e il succo di mezzo limone.
Sciogliere in una padella il burro e aggiungere la farina.
Lasciare cuocere la farina come per roux della besciamella.
Aggiungere il frullato e mescolare fino a ottenere una salsa densa. Salare.
Disporre la salsa sopra al pesce spada.
Servire in tavola.

sabato 14 aprile 2012

Una ricetta copiata: Gamberi e seppioline alle erbe e limone

Adoro il suo blog Fragola & limone, ci sono sono sempre ricette interessanti e ben presentate.
Questa ricetta è quasi uguale all'originale.
Io ho accompagnato il piatto con patate bollite mentre l'originale prevedeva una misticanza.

GAMBERI E SEPPIOLINE ALLE ERBE E LIMONE

 Ingredienti per 4 persone

500 gr di piccole seppioline pulite
500 gr di code di gambero sgusciate e pulite
2 limoni bio
2 spicchi di aglio
3-4 cucchiai di pangrattato
peperoncino a piacere
un mazzo di erbe miste (prezzemolo, basilico, erba cipollina)
vino bianco
olio
sale, pepe
4 patate

Preparazione

Pulite seppioline e gamberi, sciacquateli, sgocciolateli e metteteli in una ciotola con uno spicchio d'aglio in camicia, metà delle erbe aromatiche, il succo di un limone e i tocchetti dell'altro, un poco di olio ed uno spruzzo di vino bianco. Salate, pepate e mettete a riposare così per circa mezz'ora.


Tagliare sottilmente  le patate in senso verticale. Cuocere per 5-7 min in acqua salata.
Sgocciolate bene dalla marinata e rosolate in una padella ben calda con 2-3 cucchiai di olio.
Aggiungete il restante spicchio di aglio, tritato finemente, le restanti erbe aromatiche e da ultimo il pangrattato. Lasciate pochi istanti, quel tanto che il pangrattato aderisca agli alimenti e si tosti un pochino.
Levate dal fuoco.
Porre le patare sul piatto formando un cerchio.
Condire le patare con un filo di olio extravergine di oliva.
Porre i gamberi e le seppioline sopra le patate.
Servire in tavola.

martedì 10 aprile 2012

Cannelloni di melanzana

Vi eravate preoccupati che vi avevo lasciato ?
Assolutamente no ! Solo molto molto impegnata con il lavoro.
Ieri sera ho cucinato questi buoni cannelloni che secondo me possono essere sia un primo piatto sia un antipasto.
Auguro a tutti Buona Pasqua anche se in ritardo.
Cannelloni di melanzana

Ingredienti per due persone :
1 melanzana
Mezza cipolla
5 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
350 g Passata di pomodoro
250 g di ricotta di pecora
1 cucchiaio di paprika dolce in polvere
Sale e pepe q.b.
Olio extravergine q.b.
Olio di semi q.b.
Preparazione:
Tagliare a fettine sottili la melanzana in senso verticale.
Porre le fettine di melanzana sopra a una placca da forno ricoperta da carta da forno.
Versare su ogni fetta di melanzana un filo di olio extravergine di oliva e un filo di olio di semi.
Cuocere a 180 °c per 45 min coperte con foglio di alluminio.
Quando le melanzane sono cotte, salarle e lasciare raffreddare.
Mescolare la ricotta, la paprika, 3 cucchiai di parmigiano reggiano, sale e pepe q.b.
Tagliare finemente la cipolla, farla dorare con un filo di olio extravergine di oliva.
Quando la cipolla è dorata aggiungere la passata di pomodoro. Salare.
Fare ridurre la passata di pomodoro.
Aggiungere il composto alle melanzane formando dei cannelloni.
In una teglia da forno spargere 2/3 cucchiai di passata di pomodoro.
Aggiungere i cannelloni di melanzana.
Ricoprire con la passata di pomodoro rimasta.
Spolverare con parmigiano.
Cuocere in forno per 200 °c per 15 min + 5 min con grill
Servire in tavola !

venerdì 30 marzo 2012

Il pollo "flitto" !!!!!

Cercavo su internet una ricetta di carne e mi trovo davanti il pollo fritto di Benedetta Parodi.
Mi sta molto simpatica al contrario del mio ragazzo che non la sopporta molto.
Devo dire che ho fatto bene a fidarmi !! Una ricetta semplice gustosa !!!
Ah dimenticavo perchè pollo flitto o non fritto ? Perchè semplicemente io l'ho sopranominato così!

Il pollo " flitto"



Ingredienti per due persone:

2/3 petti di pollo
il succo di un mezzo limone
2 uova
50 g di parmigiano reggiano
farina di kamut q.b.
sale
olio per friggere
ketchup e maionese ( facoltativi )

Preparazione:

Tagliare a dadini i petti di pollo.
Fare marinare nel succo di limone per 30 min.
Intanto preparare la pastella mescolando uova e parmigiano, deve diventare molto densa.
Salare il pollo.
Scaldare l'olio per friggere.
Infarinare i dadini di pollo e passarli nella pastella.
Friggere.
Sono molto buoni accompagnati da ketchup e maionese

mercoledì 28 marzo 2012

Salutiamo la fondue bourguignonne di carne

Che stanchezza questa primavera !!! Io ho inziato il mio ricostituente come tutte gli anni !!!
Anche voi soffrite un po' in primavera o rimanete in forma ?
Questo weekend abbiamo chiuso la stagione della fondue è un piatto tipico Svizzero perchè d'estate farebbe troppo caldo tenere il fornellino con la fiamma accesa di solito noi lo accompagnamo la carne con le patate fritte !!! Ottimo per una serata tra amici !!!

Founde bourguignonne di carne





Ingredienti per due persone:

400 g di filetto di manzo
una bottiglia di olio per friggere
una mezza patata
set per founde di carne

Per la maionese:
1 uovo
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaio di succo di limone
200 ml olio di arachidi
sale q.b.

La base per ogni salsa è la .maionnaise Solitamente, si parte da una quantità di circa 2-3 cucchiai di maionnaise per ogni salsa, per 3-4 persone e si aggiungono gli ingredienti seguenti:

Salsa rosa : ( Questa è per te Scoiattolo in dispensa !)

Aggiungere alla maionnaise un cucchiaio di ketchup ed un piccolo cucchiaino di succo di limone. Amalgamare. Se piace si può anche aggiungere qualche goccia di cognac.

Aioli:
Con lo spremi aglio spremere uno spicchio di aglio medio, avendo cura d'avergli tolto l'"anima" precedentemente. Si spela lo spicchio d'aglio, si taglia a metà nel senso della lunghezza ed in mezzo si vedrà una parte (striscia a forma di spicchio) che va tolta perchê è quella che lo rende poco digeribile. Amalgamare l'aglio schiacciato alla maionnaise. Se non si ha lo spremi aglio, lo si può schiacciare con la lama di un coltello appoggiata piatta sull'aglio e premendo fortemente sopra.

Salsa verde:
Tritare nel frullatore una manciata di prezzemolo, una punta di spicchio d'aglio, un cucchiaino di capperi, un cucchiaino di pane gratugiato, 1/4 di uovo sodo, 1/2 filetto di acciuga, 3 goccie di aceto. Amalgamare il fine composto alla maionnaise

Saldo al tonno:
Frullare un cucchiaio di tonno nel frullatore con un piccolo pezzettino di cipolla. Amalgamare il fine composto alla miaonnaise

Salsa alla senape:
2 cucchiaini di senape (Dijone), 3-4 goccie di succo di limone, un pezzettino di cipolla, 1/4 di tuorlo sodo. Frullare il tutto ed amalgamare alla maionnaise

Salsa al curry:
Amalgamare del curry in polvere alla maionnaise. Iniziare con 3-4 pizzichi ed assaggiare aggiungendo man mano fino ad aver ottenuto il risultato di sapore desiderato

Salsa al peperoncino:
Amalgamare del peperoncino macinato fine alla maionnaise. Iniziare con 3-4 pizzichi ed assaggiare aggiungendo man mano fino ad aver ottenuto il risulato di sapore desiderato

Se piace il dolce, si può anche osare una salsa alla banana, schiacciando molto bene un pezzetto (ca. 1/4 di una banana piccola) di banana con una forchetta ed amalgamandola alla maionnaise.


                                     Salsa rosa                                     Salsa aioli

Preparazione:


Tagliare a dadini di circa  3-4 cm la carne.
Preparare la maionnaise e le salse che preferite.
Scaldare l'olio nella padella per fondue.
Quando l'olio è caldo, aggiungere una mezza patata che vi evita la formazione di eventuali schizzi .
Ponete il forneletto a spirito nel set per founde e accendetelo.
Facendo molto attenzione portare la padella calda con l'olio sopra al fornelletto.
Infilare un dado di carne nell'apposita posata per fondue.
Cuocere la carne nell'olio caldo.
Quando la carne è cotta, toglierla con una forchetta dalla posata per founde.
Intingere la carne nella salsa che preferite.
Buon appettito !

venerdì 23 marzo 2012

Spaghetti con pesce spada e pesto di mandorle, pomodori secchi e alici

Oggi vi dedico questa bellissima poesia:

Non aspettare di finire l'università,
di innamorarti,
di trovare un lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l'estate,
l'autunno o l'inverno.
Non c'è migliore momento di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non è una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno del denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito e balla come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l'importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c'è una nuova sfida.
Perchè sei vivo, sentiti vivo.
Vai avanti anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.

Madre Teresa di Calcutta

Questa ricetta è risultato di quello che avevo rimasto in casa.

Spaghetti con pesce spada e pesto di mandorle, pomodorini secchi e alici.



Ingredienti per due persone:

170 g di spaghetti
un trancio di pesce spada
4 pomodori secchi
2 alici
50g di mandorle
uno spicchio di aglio
olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

Fare bollire dell'acqua salata e buttare la pasta.
Scaldare un filo di olio extravergine in una padella con lo spicchio di aglio sbucciato.
Quando l'olio è caldo, aggiungere il pesce spada, cuocere per circa 4 minuti, spegnere il fuoco.
Frullare con il mixer le mandorle, le alici, i pomodori secchi e l'olio di oliva fino a formare un pesto.
Quando gli spaghetti sono cotti, aggiungerli al pesce spada.
Aggiungere il pesto e mantecare il tutto.
Servire in tavola !

domenica 18 marzo 2012

Lasagne di crepes con radicchio e noci

Una ricetta per la domenica !
Buona domenica a tutti !

Lasagne di crepes con radicchio e noci


Ingredienti per due persone:

Per le crepes :

Per  5/ 7 crèpes ricetta di Giuseppina ( io ho dimezzato solo le dosi ):

30 gr di farina O
175 ml di latte
25 ml d'acqua
1 uovo medio
una punta di cucchiaino da caffé di sale
15 gr di burro chiarificato per cuocere

Per il ripieno:

50 g di burro
50 g di farina di kamut
500 ml di latte
un cespo di radicchio
80 g di noci sgusciate
parmigiano reggiano q.b.
sale q.b.
noce moscata q.b.

Preparazione:

Per le crepes :

Rompete le uova in una terrina, sbattetele un po con la frusta , cominciate ad aggiungere alternando la farina setacciata e il latte/acqua ,mischiate bene fino ad avere una pastella piuttosto liquida e liscia. Aggiungete il sale,mischiate e lasciate riposare almeno un'ora .
Fate sciogliere 30 gr di burro chiarificato in un pentolino , scaldate bene la padella per le crépes ,ungetela con il burro usando un pennello ( possibilmente in silicone) versate la quantità di pastella necessaria per una crépe ( per una padella di 22 cm io metto 30 ml di pastella)
Il consiglio che posso dare é di prepararvi un misurino ed avere cosi la dose esatta da versare , in modo da poterla gettare in un colpo solo.
A questo punto fate " ruotare" la padella per spargere uniformente la pasta, fate cuocere fino a che sarà ben dorata , quindi giratela e finite la cottura dall'altra parte.
E' importante cuocerle a puntino perché é questo che dona loro il sapore .

Per il ripieno:

Prepariamo la besciamella:

Sciogliere a fuoco lento il burro.
Aggiungere la farina setacciata e amalgarmare il tutto con una frusta.
Lasciare che il roux ( l'impasto ) per alcuni minuti in modo che si colori diventando biondo.
Aggiugere il latte caldo ( mi raccomando deve essere caldo ! )a filo e mescolare di continuo con la frusta.
Cuocere e mescolare a fiamma moderata fino ad arrivare a consistenza desiderata.
Copritela a pelle cioè con la pellicola trasparentea contatto diretto con la salsa.
Questo vi permetterà di far raffreddare la besciamella senza che si “asciughi” la superficie, evitando quell'antipaticata crosticina che altrimenti si formerebbe.
Prepariamo il vero ripieno:

Togliere tutte le foglie dal cespo di radicchio e lavarle.
Togliere la parte bianca in tutte le foglie.
Tagliare a julienne il radicchio.
Nella teglia preparare il fondo, spalmando due cucchiai di besciamella.
Aggiungere il radicchio e le noci spezzate con le mani alla besciamella.
Mescolare il tutto.

Composizione della lasagna di crepes:

Aggiungere al fondo della teglia con la besciamella le crepes, cercando di formare un piano uniforme.
Aggiungere la besciamella con il radicchio e le noci.
Spolverare con parmagiano reggiano grattugiato.
Formare vari strati in questo modo, tendo l'ultimo strato con solo la besciamella e una generosa spolverata di parmigiano reggiano.
Infornare a 180°c per 30 min.
Servire in tavola!

Partecipo con questa ricetta a :


mercoledì 14 marzo 2012

Spezzatino di vitello alla birra e senape

Sono contenta che presto saremo in primavera !
Adoro la primevera, sia per le temperature non troppe elevate sia per i mille fiori che sbocciano !
Era da tanto tempo che non facevo lo spezzatino... e il mio ragazzo mi ha dato l'idea
ed ecco qua la ricetta :

Spezzatino di vitello alla birra e senape



Ingredienti per 2 persone :

400g di filetto di vitello
mezzo bicchiere di birra
2 cucchiaini di senape
sale e pepe q.b.
una noce di burro

Preparazione:

Tagliare a dadini il filetto di vitello.
Scaladare in una padella una noce di burro.
Fare rosolare la carne.
Sfumare con la birra, lasciare evaporare l'alcool.
Aggiungere la senape.
Cuocere a fuoco lento per 45 min.
Salare e peparare
Servire in tavola.

giovedì 8 marzo 2012

Insalata gustosa con petto di pollo, porcini e mela

Questa insalata mi ha salvato la cena, l'altra sera, quando dovevo preparare tutto in 20 minuti perchè ho lavorato fino a tardi.
E' piaciuta molto anche al mio ragazzo!
La citronette che accompagna l'insalata è molto buona ma molto calorica, ovviamente potete anche utilizzare olio e aceto.

Auguri a tutte le donne !!!!

Insalata gustosa con petto di pollo, porcini e mela



Ingredienti per due persone:

200g petto di pollo

valeriana q.b.
.
porcini secchi q.b.

1 spicchio di aglio

1 mela rossa

una noce di burro

Citronette:

0,25 dl succo di limone
0,5 dl olio extra vergine di oliva
5 g senape di Dijone
40 g maionese
sale e pepe q.b.

Preparazione:

Mettere a bagno i porcini secchi.
In una bacinella lavorare 0,5 dl di succo di limone con sale, pepe e 10 g di senape di Dijone, 80 g di maionese e 1 dl di olio extra vergine di oliva.
Cuocere il petto di pollo sulla griglia.
Scaldare in una padella una noce di burro con lo spicchio di aglio tolto della sua camicia e fare cuocere per pochi minuti i funghi porcini.
Quando i porcini sono cotti togliere l'aglio.
Tagliare la mela a dadini o strisce, togliendo il torsolo.
Comporre il piatto, adagiando la valeriana, i porcini, la mela condire con un po' di citronette.
Aggiungere il pollo e condire con la citronette rimasta.

Servire in tavola !!!

lunedì 5 marzo 2012

zuppa con roveja di colfiorito

Vi propongo una zuppa con la roveja di Colfiorito che ho scoperto nel mio viaggio in Umbria la scorsa settimana. Mi è piaciuta davvero tanto, voglio ricomprarla quando capito ancora in quei posti.

Che cos'è la roveja ?

La roveja è un piccolo legume simile al pisello, dal seme colorato che va dal verde scuro al marrone, grigio. Nei secoli passati era coltivato su tutta la dorsale appenninica umbro-marchigiana, in particolare sui Monti Sibillini, dove i campi si trovavano anche a quote elevate: la roveja è resistente anche alle basse temperature, si coltiva in primavera-estate e non ha bisogno di molta acqua. Cresce anche in forma spontanea, lungo le scarpate e nei prati, ma nei secoli passati era protagonista dell'alimentazione dei pastori e contadini dei Sibillini con altri legumi poveri quali lenticchie, cicerchie, fave. Proprio perché cresce da sempre anche selvatico alcuni ricercatori sostengono che si tratti di un progenitore del pisello comune. Secondo altri invece è una vera e propria specie (Pisum arvense) differente da quella del pisello (Pisum sativum), in ogni caso la classificazione botanica è ancora indefinita. Esiste invece un totale accordo sulla sua valenza nutritiva: è molto proteica, in particolare se consumata secca, ha un altro contenuto di carboidrati, fosforo, potassio e pochissimi grassi. Oggi è stata pressochè abbandonata ovunque e resistono solo pochi agricoltori nella val Nerina, in particolare a Cascia dove, in una località chiamata Preci, c'è una fonte detta dei rovegliari. In questa vallata la roveja si semina a marzo a un'altitudine che va dai 600 ai 1200 metri e si raccoglie tra la fine di luglio e l'inizio di agosto. La battitura è simile a quella della lenticchia: quando la metà delle foglie è ingiallita e i semi sono diventati cerosi, si sfalciano gli steli e si lasciano sul prato ad essiccare. Quando l'essicamento è completato si portano sull'aia e si trebbiano. Si deve poi liberare la granella dalle impurità con una ventilazione che avviene con setacci. La roveja, detta anche roveglia, rubiglio, pisello dei campi, corbello, si può mangiare fresca oppure essiccata, in questo caso diventa un ottimo ingrediente per minestre, zuppe. Macinata a pietra, si trasforma in una farina dal lieve retrogusto amarognolo che serve per fare la farecchiata o pesata: una polenta tradizionalmente condita con un battuto di acciughe, aglio e olio extravergine di oliva, buona anche il giorno successivo, affettata e abbrustolita in padella

Zuppa con roveja di Colfiorito



Ingredienti per 3 persone:

250 g di roveja di colfiorito
un litro e mezzo di acqua
1 spicchio di aglio
mezza cipolla
una piccola carota
una costa di sedano
peperoncino in polvere q.b.
passata di pomodoro q.b.
olio extravergine di oliva q.b.
parmigiano o pecorino q.b.

Preparazione:

Mettere in ammollo la roveja per una notte.
Cuocere la roveja in acqua salata per 2 ore con un litro e mezzo di acqua.
Frullare con il miniper metà della roveja cotta.
Far soffriggere tutti gli odori.
Versarci la roveja cotta e frullata.
Fare insaporire per 5 minuti.
Unire la salsa al pomodoro.
Aggiungere dell'acqua se è necessario.
Portare a ebollizione.
Condire con parmigiano o pecorino.
Servire in tavola!



martedì 28 febbraio 2012

Risotto spinaci, alici e champignon

Domani vado dal dentista. Eh si dal dentista... ma è sarà la seconda volta che entro in quello studio...
La mia prima e unica volta è stata quando avevo dieci anni.
Da quel momento in poi non ho avuto problemi e non ho mai fatto visite di controllo.
Direi è davvero ora di fare una visita di controllo e una bella pulizia dei miei dentini !
Oggi vi propongo una ricetta leggera ! A voi il giudizio !

Risotto spinaci, alici e champignon



Ingredienti per 3 persone:

4 tazzine da caffè di riso carnaroli
1 scalogno
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
2 cubetti surgelati di spinaci
7 funghi champignon
3 filetti di alici sott'olio
mezzo bicchiere di vino bianco
1 dado vegetale HOME MADE
olio extravergine di oliva q.b.
sale q.b.
una noce di burro ( facoltativa )

Procedimento:

In una padella con un po' di acqua scongelare gli spinaci.
Tagliare a piccoli dadini lo scalogno.
Scaldare in una padella capiente un filo di olio extravergine di oliva.
Scaldare in una pentola dell' acqua e aggiungere il dado vegetale HOME MADE.
Quando l'olio è caldo, aggiungere la cipolla e le alici.
Sciogliere per bene le alici.
Aggiungere il riso e farlo tostare.
Aggiungere il vino e sfumarlo.
Continuare la cottura aggiungendo il brodo, come un normale risotto.
Lavare e tagliare sottilmente per senso verticale gli champignon.
Mettere gli spinaci già cotti in un piattino a raffreddare.
Riutilizziamo la stessa padella degli spinaci, così poi abbiamo da lavorare e scaldiamo un filo di olio extravergine di oliva con l'aglio in camicia e la foglia di alloro.
Quando l'olio è caldo aggiungere i funghi champignon e cuocere per pochi minuti.
Strizzare e tagliare finemente gli spinaci.
Quando manco 5 minuti alla fine della cottura del riso aggiungere gli spinaci e i funghi champignon.
Fare incoporare tutti gli ingredienti per 5 minuti.
Togliere dal fuoco.
Mantecare con una noce di burro.
Servire in tavola !

Con questa ricetta partecipo al contest :


lunedì 27 febbraio 2012

Cavoletti di Bruxelles, mandorle, rosmarino e il meraviglioso castello di Monterone

Questo weekend ho festaggiato il compleanno di mio papà.
Mio papà ogni anno vuole festaggiare andando a fare qualche giretto in Italia.
Quest'anno la meta è stata l'Umbria !
Alla sera cercavamo un albergo dove dormire perchè non avevamo prenotato e ci siamo imbattuti in questo meraviglioso castello di Monterone.

Personale gentilissimo, tutto magnificamente pulito, tutto  magnificamente restaurato.
Alla sera abbiamo mangiato in uno dei due ristoranti interni al castello Il Gradale, il cibo era ottimo.
Alla mattina una colazione super ottima, io ho preso della frutta ( perchè purtroppo potevo mangiare solo quella, ma c'era veramente di tutto ) era veramente favolosa dolcissima, matura, avrei mangiato tutta quella c'era nel buffet !
Un posto dove vi consiglio davvero un soggiorno !
Inoltre hanno anche un area wellness !
Io ci ritornerò sicuramente !
Vi lascio il link tutto da scoprire : http://www.castellomonterone.com/

E un paio di foto:






Passiamo alla cucina perchè è bello sognare ma ci vogliono anche le cose pratiche.
Vi propongo un contorno semplice semplice, sano e super veloce.

Cavolini di Bruxelles, mandorle, rosmarino.


Ingredienti:

Cavoletti di Bruxelles
mandorle
rosmarino
olio extravergine di oliva
sale

Procedimento:

Lavate i cavoletti di Bruxelles con dell'acqua fredda, eliminate le foglie esterne rovinate e scolorite, rifilate la base e incidetela, con un coltello appuntito, formando una croce, facendo attenzione a non tagliare troppo in profondità altrimenti potrebbero rompersi durante la cottura.

Fate lessare, senza coperchio, i cavoletti di Bruxelles in una padella con dell'acqua salata per circa 10 minuti dal bollore, quindi scolateli.

Lasciare raffreddare.

Tagliare a metà i cavoletti.

Scaldare in padella un filo di olio di olio con un rametto di rosmarino.

Nel frattempo fare tostare un'altra padella le mandorle.

Quando l'olio è caldo fare insaporire i cavoletti a fiamma moderata per circa 5 min.

Tagliare grossalmente con un coltello le mandorle tostate e aggiungerle ai cavoletti.

Servire in tavola!

giovedì 23 febbraio 2012

Dolce al miele all'uso di Romagna di Anna Moroni

Vi lascio per il weekend con questo dolce, che non conoscevo ma ho scoperto essere ottimo !
Purtroppo ancora in questi giorni sono presa dal molto lavoro, ma prometto che presto rimedio con tante nuove ricette !!!



Dolce al miele all'udo di Romagna di Anna Moroni

Ingredienti per 8 persone:

150 g di farina integrale
6 cucchiaini di miele
50 g di gherigli di noce
cannella in polvere q.b.
1 chiodo di garofano ( io non l'ho messo, perchè non l'avevo in casa )
50 g di uvetta sultanina ( io non l'ho messo, perchè non l'avevo in casa )
2 uova
80 g di zucchero di canna
1/2 limone non trattato
1 bicchierino di brandy
2 cucchiaino di olio extravergine di oliva
1/2 bustina di lievito per dolci
sale q.b.

Procedimento:

Tritare le noci nel mixer insieme a un pizzico di cannella e al chiodo di garofano.
Ammolare l'uvetta in acqua tiepida.
Lavorare le uova con una frusta finchè risultanno spumoso, quindi amalgamarvi delicatamente il miele, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, il brandy, un pizzico di sale e l'olio a filo.
Unire la farina setacciata con il lieviero e infine le noci e l'uvetta strizzata.
Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 180 ° c per 40 minuti circa.
Sformare su una gratella e far raffreddare.

martedì 21 febbraio 2012

Raviole dolci ricordando i sapori di una volta e il racconto di una slittata notturna

Scusate l'assenza nel blog ! Ma in questo periodo sono stata molto presa dal lavoro ed non ho un attimo di tempo !
Questo weekend sono andata in Engadina in Svizzera per fare una slittata notturna!
Ecco lo slittino mio e del mio ragazzo, preso a noleggio per slittare per ben 6 km !!!




Siamo partiti con il famoso trenino rosso da Samedan che ci ha porta fino a Preda.
Li abbiamo noleggiato i mitici slittini !
Abbiamo camminato per circa 5 minuti, fino ad arrivare alla partenza della pista !
E viaaaa giù con lo slittino, in mezzo al bosco con tutta la pista illuminata da grandi fari!
Vi consiglio portate con voi pantoloni per lo sci perchè frenando con i piedi la neve va un po' dappertutto ma ne vale davvero la pena !
Ovviamente se non volete farla di sera si può fare di giorno con le meravigliose montagne engadinesi !
Dopo tanto divertimento, vi consiglio di rifoccilarvi in un ristorante con la tipica founde di formaggio Svizzera !
Vi lascio un paio di link per saperne di più:
http://www.pontresina.ch/it/inverno/sport/slittabobcresta-run.html
http://tatinafairy.blogspot.com/2011/01/slittata-preda-bergun.html
http://www.berguen-filisur.ch/erlebnisse-aktivitaeten/schlitten-rodeln/schlittelbahn-preda-berguen.html

Questa slittata è adatta sia per bambini e adulti ! Divertimento assicurato per tutti !
Vi consiglio davvero questa slittata se siete da quelle parti perchè quando inzi la discesa poi non vorresti più smettere !


Ed ora passiamo alla ricetta di oggi !
Ho trovato questa ricetta su questo sito : http://www.ilfavolosomondodimariasole.com/2011/06/raviole-modo-mio.html.
Appena ho assaggiato la mia raviolina, mi sono innamorata, ho ritrovato quel gusto vero di una volta che ormai purtroppo non si trova più !!soppratutto nei dolci rustici!!!
Provatela provatela provatela !!!
E' fantastica !!!



Ingredienti:
125 gr burro
 250 gr farina 00
100 gr zucchero
1 uovo
1/2 bustina di lievito (volendo si può omettere, in questo modo la pasta rimarrà morbida più a lungo)
un pizzico di sale
mezza bacca di vaniglia
mostarda q.b.


Procedimento:

Lavorare lo zucchero con il burro freddo tagliato a cubetti, quando avrà raggiungo una consistenza piuttosto granulosa, aggiungere l'uovo intero e lasciare amalgamare.
A questo punto unire la farina setacciata con il lievito ed il sale e lavorare molto velocemente, fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto.
Se necessario riprendere la frolla rapidamente con le mani, poi avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigo per un paio di ore.
Dopo il raffreddamento stenderla con il mattarello ad un'altezza di circa 7-8 mm; con un coppapasta o un taglia biscotti (se non ce l'avete potete usare anche un bicchiere), ritagliate tanti cerchietti, posizionate un cucchiaino di mostarda al centro e chiudete a mezza luna, sigillando bene i bordi con una leggera pressione delle dita.
Disporre su una teglia con carta da forno e cuocere 15 minuti in forno statico a 180°

lunedì 13 febbraio 2012

Cuori morbidi profumati alla cannella con salsa allo zafferano

Eccomi appena in tempo con la mia ricetta per San Valentino !
Purtroppo quest'anno non posso festeggiare con il mio ragazzo San Valentino perchè è ammalato.
Dedico a lui questo piatto ! Augurandogli un buon San Valentino !

Cuori morbidi profumati alla cannella con salsa allo zafferano


Ingredienti:

Per la sfoglia:

200g di farina di kamut
2 uova
4 cucchiaini di concentrato di pomodoro

Per il ripieno:

80 g di ricotta
40g di stracchino
40 g di mascarpone
polvere di cannella q.b.
sale q.b.

Per il condimento:

burro q.b
una bustina di zafferano

Procedimento:

Per la sfoglia:

Prendere una ciotola e disporre la farina a fontana.
Aggiungere le uova e il concentrato di pomodoro.
Sbattere con una forchetta le uova e il concentrato di pomodoro.
Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Lasciare riposare l'impasto coperto da una canovaccio per 30 min.
Stendere la pasta.
Con una formina ricavare tanti cuoricini.
Mettere il ripieno al centro del cuoricino e richiuderlo con un altro fino ad esaurimento.

Per il ripieno:

Mescolare tutti gli ingredienti con una frusta fino a ottenere una crema morbida senza grumi.

Assemblaggio:

Cuocere i tortelli in acqua bollente salata.
In un pentolino sciogliere il burro.
Successivamente aggiungere lo zafferano.
Sciogliere per bene lo zafferano nel burro.
Scolare i tortelli e unirli al burro e zafferano.
Impiattare, mettendo la granella di noci sul bordo del piatto

Buon San Valentino a tutti !!!!

Partecipo con questa ricetta al contest:


martedì 7 febbraio 2012

Arrosto di magatello al limone e cipolle rosse

Quando io e il mio ragazzo siamo andati a Roma per l'ultimo dell'anno, lui si è innamorato delle cipolle rosse che accompagnavano il salmone mangiate in un ristorante a Trastevere!
Da quel giorno ha deciso che voleva mangiare solo cipolle rosse !
Prendendo atto della sua decisione, ecco un piatto dedicato alle sue amate cipolle rosse !
Ringrazio di cuore http://vittoria-vittolibri.blogspot.com/ per avermi donato il premio the versatile blogger!!!

Arrosto di magatello al limone e cipolle rosse:



Ingredienti per 4 persone:

800g di magatello di vitello
2 limoni
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 rametto di rosmarino
2 cipolle rosse
olio extravergine di oliva q.b
burro q.b
sale q.b

Preparazione:

In una pentola fate rosolare la carne con una noce di burro e un filo di olio.
Salare, bagnare con il vino e lasciate sfumare.
Aggiungere il succo dei limoni e gli aromi, coprite e continuate la cottura a fuoco lento per 20 min.
Aggiungere le cipolle tagliate a julienne.
Aromatizzare con la scorza dei limoni tagliata a julienne.
Coprite e continuare la cottura per circa 1 ora.
Tagliare l'arrosto a fettine sottili.
La salsa che si è formata insieme alle cipolle, frullarla in mixer.
Riscaldare la salsa e cospargela sopra l'arrosto.
Servire in tavola !

sabato 4 febbraio 2012

Maschera per il viso HOME MADE

Pubblico o non la pubblico ?
Si ! la pubblico !!!
Penserete ma cosa c'entra una maschera di bellezza per il viso con un blog di cucina !!
Volete essere belle con ingredienti della vostra dispensa ?
Ecco questa è soluzione !!

Maschera al cacao illuminate e purificante



Ingredienti per 1 persona:

1 cucchiaio di polvere di cacao amaro
1 cucchiaio di miele
un pizzico di bicarbonato
acqua se è neccessaria

Procedimento:

Mescolare le polveri.
Aggiungere  il cucchiaio di miele.
Mescolare il preparato.
Se risulta troppo densa aggiungere poche goccie di acqua.
Se risulta troppo liquida aggiungere della polvere di cacao.

Il cacao ha propietà illuminati e idratante.
Il miele è idratante.
Il bicarbonato ha propietà purificanti e disinfettanti.

Fatemi sapere se la provate o se la conoscete già !